RECENSIONI – POLITICA

PUTIN, L’ULTIMO ZAR

di Nicolai Lilin

LA RECENSIONE

UN’ALTRA PROSPETTIVA

UN’ALTRA PROSPETTIVA

di Beatrice Negrotto Cambiaso

Direttrice di Cosanepensate.it

24 Settembre 2020 – Voglio parlarvi di un libro scritto da un autore che ho subito trovato molto interessante. Si tratta di Nicolai Lilin. Mi era piaciuto tanto già il suo primo romanzo:  “Educazione Siberiana”.

Per chi non lo avesse letto, ve lo consiglio. Ci trascina in un modo così lontano e diverso dal nostro. E poi, mi aveva incuriosito, e divertito, il concetto di “criminale onesto”.

E’ cresciuto in una famiglia di criminali, consapevoli esserlo, ma onesti, in quanto si davano delle regole importanti sulle quali non si poteva transigere. Che è un po’ il contrario di quello che siamo noi. Siamo tutti convinti di essere onesti, ma lo siamo davvero, sempre?

Quando ho visto questo titolo, ho voluto subito leggerlo perché mi sono detta che da una nostra prospettiva occidentale, facciamo fatica, secondo me, a capire davvero il personaggio e la Russia di oggi.

La sua prospettiva, invece, mi sicuramente ha avvicinata a una cultura e atmosfera che forse fa un po’ di luce sul perché Putin ha tanto potere, tanto successo e se questo successo sia reale o meno.  Leggetelo.

LE DOMANDE PER VOI

  • Che immagine avete di Vladimir Putin?
  • Che ruolo ha la Russia, oggi, nel mondo?
  • Siamo davvero onesti come ci vediamo?

LE DOMANDE PER VOI

  • Che immagine avete di Vladimir Putin?
  • Che ruolo ha la Russia, oggi, nel mondo?
  • Siamo davvero onesti come ci vediamo?

LE VOSTRE OPINIONI

24 Settembre 2020 – Voglio parlarvi di un libro scritto da un autore che ho subito trovato molto interessante. Si tratta di Nicolai Lilin. Mi era piaciuto tanto già il suo primo romanzo:  “Educazione Siberiana”.

Per chi non lo avesse letto, ve lo consiglio. Ci trascina in un modo così lontano e diverso dal nostro. E poi, mi aveva incuriosito, e divertito, il concetto di “criminale onesto”.

E’ cresciuto in una famiglia di criminali, consapevoli esserlo, ma onesti, in quanto si davano delle regole importanti sulle quali non si poteva transigere. Che è un po’ il contrario di quello che siamo noi. Siamo tutti convinti di essere onesti, ma lo siamo davvero, sempre?

Quando ho visto questo titolo, ho voluto subito leggerlo perché mi sono detta che da una nostra prospettiva occidentale, facciamo fatica, secondo me, a capire davvero il personaggio e la Russia di oggi.

La sua prospettiva, invece, mi sicuramente ha avvicinata a una cultura e atmosfera che forse fa un po’ di luce sul perché Putin ha tanto potere, tanto successo e se questo successo sia reale o meno.  Leggetelo.