IO SONO IL POTERE – ANONIMO

10 Ottobre 2020 – Questo libro è interessantissimo, racconta decenni di dietro le quinte della politica italiana e lo fa in modo molto divertente. Per me, leggerlo è stato anche commovente perché mi ha fatto scoprire aspetti della vita di mio padre che non conoscevo. Era un diplomatico ed è stato capo di gabinetto al ministero degli affari esteri. Vorrei quindi cogliere quest’occasione per ricordarlo:  l’Ambasciatore Andrea Negrotto Cambiaso

Le domande di oggi:

  • Cosa vi aspettate di trovare dietro le quinte della politica italiana?
  • In quale altro mondo vorreste andare a sbirciare?
  • Quali sono le particolarità del vostro mondo che sapete solo voi potete conoscere?

10 Ottobre 2020 – Questo libro è interessantissimo. Racconta decenni di dietro le quinte della politica italiana. Si dice: meglio non sapere come si fanno le salsicce. Io vi dico, andatevi a leggere come si fanno queste salsicce, perché è raccontato in modo molto divertente.

Il problema di questi libri è che non si ha mai la certezza se la persona che scrive sia davvero chi dice di essere. Potrebbe essere un millantatore, che magari ha visto due cose e ha deciso di scriverci su un romanzo di fantasia tacciandola per realtà.

Solo chi vive in quel mondo può confermarne o meno la credibilità. A questo proposito, vi chiedo il permesso di aprire una piccola parentesi personale. Mio padre era un diplomatico, ed è stato Capo di Gabinetto al ministero degli affari esteri.

Intanto, per me, leggere questo libro ora è stato particolarmente emozionante, commovente. Lui non c’è più da molti anni. In queste pagine ho scoperto aspetti della sua vita che non conoscevo, anche perché lui era molto riservato per quanto riguardava il suo lavoro.

Se ve lo dico, però, è per riallacciarmi al discorso di prima. C’è una parola che, nel mio piccolissimo, mi ha fatto pensare: ok, forse lui è “the real deal”. Ed è nella frase seguente:

“La mia segretaria mi passava direttamente le telefonate solo dei ministri, dei capi di gabinetto, e della Batteria“.

Ora io non so quanti abbiano anche solo sentito parlare di questa batteria.

Solo oggi, scopro essere il centralino del Viminale. Come potete immaginare, da bambina questo nome in realtà mi confondeva molto. Quindi ho cercato di mettere insieme le poche informazioni in mio possesso per farmi un idea. E le informazioni erano le seguenti:

  • Hanno un nome stranissimo;
  • Sanno sempre dove trovare mio padre;
  • Quando chiamano, sembra sempre una telefonata importantissima.

Conclusione. sono delle spie, che chiamano per dare informazioni riservatissime!

Vi ho raccontato questo piccolo aneddoto, perché questo libro è fatto di aneddoti e mi è sembrato carino condividerne uno da un’altra prospettiva, quella di una bambina, una ragazza, che è cresciuta in questo, inconsapevolmente, e che lo ha sfiorato con queste piccole cose.

Spero che mi permetterete adesso, ci terrei moltissimo, di ricordare mio padre che è stato un Servitore dello Stato. Vi posso assicurare che in tutti gli anni che ha lavorato, vi ha serviti con dedizione, con passione e con grandissima autorevolezza.

Era l’Ambasciatore Andrea Negrotto Cambiaso.

Vi ringrazio molto, ci tenevo.

Tutto questo per dirvi di andare a leggere questo libro, ne vale davvero la pena.

LE VOSTRE OPINIONI