La terra dei terrapiattisti

Da:

Cosa pensate di quest'uscita di Trump?

Ci sarebbe di che farsi una sonora risata, fosse stato un nostro conoscente durante un aperitivo. Ma trattandosi del Presidente di uno dei paesi più potenti al mondo (dico "uno dei", sta arrivando, se non è già arrivata la Cina), il fatto che possa, non solo dire, ma anche solo pensare una cosa del genere, è preoccupante, seriamente preoccupante.

Perché tanta gente crede e condivide fake news?

Come diceva Mourino, l'Italia è un paese di 60 milioni di allenatori. Tutti sono convinti di poter parlare di tutto. Ogg l'informazione è accessibile a tutti, e le informazioni sono infinite. Credo che ci siano due ragioni per le quali si condividono fake news: la prima è che spesso ci vengono mandate perché i computer sanno come la pensiamo e ci mandano le cose che confermano le nostre idee. Poi, perché spesso danno notizie "bomba" e si vuole far vedere di essere i più informati e i più aggiornati.

Come si può capire se una notizia è vera o falsa?

C'è poco da fare. Per capirlo non solo bisogna avere un minimo di cultura per sapere quali sono le fonti attendibili. Ma ci vuole anche la volontà, per le notizie più importanti, di perdere tempo a cercare la stessa notizia su più di una fonte attendibile per vedere se è confermata.

Riflessione libera

E' desolante ritrovarsi a parlare con persone che, con convinzione, cercano di spiegarti cose assurde e pretendere che le prenda per buone. Ecco, siamo la generazione dei "terrapiattisti". Il solo fatto che esista questo termine, per cui che esistano persone che portano avanti la teoria, la dice lunga sui nostri tempi.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *