Il Green Pass contro il Covid è inutile. Come strumento è pericoloso

Da: “No green pass!”

Cosa significa libertà?

Domanda troppo generica, soprattutto se relativa al tema trattato nell'articolo e nel video. Cercando di dare una risposta concreta: libertà significa poter essere liberi di esprimersi, nel rispetto delle libertà di chi vi ve nel nostro contesto sociale, parafrasando un minimo Martin Luther King. Se vogliamo correlare il concetto a quanto sta accadendo nella lotta contro il Covid è ovvio che lo Stato possa imporre, ad esempio, il vaccino. Lo Stato è tutore della salute dei suoi cittadini e deve ragionare per numeri massimi. Il vaccino ha degli effetti collaterali, qualcuno può morirne ma il rischio di intasare gli ospedali con il Covid è più alto. Per cui se avesse imposto l'obbligo vaccinale nessuno avrebbe dovuto obiettare, chi lo avesse fatto sarebbe stato deprecabile. Lo Stato tuttavia non ha imposto l'obbligo vaccinale, visto che chi si sottopone all'ìnoculazione firma un estesissimo scarico di responsabilità. Al contempo però lo Stato ha reso obbligatorio un vero e proprio lasciapassare che controlla, digitalmente, spostamenti, posizione, locali frequentati e con quale frequenza, dei propri cittadini che in questo senso sembrano più dei sudditi ed ecco il riferimento alla dittatura. Ovviamente non si tratta di una dittatura classica ma di uno strumento che ha delle sfumature dittatoriali si, ed è evidente. Chi come lei, nel video, banalizza ed estremizza gli slogan di piazza sbaglia ad analizzare la realtà. Si tratta di una piazza, non sarebbe certo possibile farla esprimere come se si fosse in un salotto altolocato e questo credo sia un'altra evidenza su cui è inutile anche solo discutere. Parliamo di Covid: una malattia virale (che agisce come un'influenza anche se dalle conseguenze ben più gravi). Una malattia che colpisce solo over 50 (tranne rare eccezioni ma occorre sempre ricordare che lo Stato deve agire per grandi numeri). Ebbene: non sarebbe bastato imporre l'obbligo vaccinale per gli over 50 invece di far rischiare anche i giovani che al Covid rispondono benissimo? Gli scienziati più volte hanno sottolineato come l'immunizzazione tramite vaccini, soprattutto se fatta lentamente (come fatto) avrebbe aperto le porte a nuove varianti. Che cosa ha fatto il mondo occidentale? Immunizzazione lenta e nel frattempo lockdown che hanno rallentato la circolazione del virus, ma non fermata. Ecco la variante Delta (che comunque è meno aggressiva). Ci sono le cure, ormai accettate come protocolli anche dall'Unione Europea, perchè non investire in quello invece di comprare miliardi di dosi di siero dalle case farmaceutiche?

Cosa significa dittatura?

DOmanda sempre troppo generica la cui risposta è stata esaurita nello spazio precedente.

Per cosa si dovrebbe scendere in piazza?

Si scende in piazza per i propri diritti, contro leggi ingiuste che sviliscono la propria libertà di pensiero, movimento, azione, senza portare dei benefici tangibili-

Riflessioni libere

Il Green Pass è una vergogna: lo Stato non si è preso la responsabilità di imporre l'obbligo vaccinale ma nel frattempo cerca di smaltire le dosi acquistate di vaccino con una lasciapassare che castra più le libertà dei giovani (che dal covid non hanno conseguenze) che gli over 50 che di Covid muoiono. E' un mezzo di controllo di massa pericoloso e dal sapore dittatoriale. E' un passaporto che poco ha a che fare con la battaglia contro il Covid, che è una malattia e si cura in ospedale.

2 commenti
  1. Beatrice - Cosanepensate dice:

    Grazie mille davvero di aver preso il tempo di esprimere in modo tanto approfondito il suo pensiero. Sono importanti ed interessantissime riflessioni.

    Se non sono stata chiara nel mio video, cerco di esserlo un po’ di più qua. Non critico chi critica il Greenpass. Critico chi, alla prima piccola contrarietà comincia a sputar fuori parole come “libertà”, “dittatura”, “fascismo”. Non solo è ridicolo, ma è una mancanza di rispetto insopportabile nei confronti di chi la dittatura e la mancanza di libertà l’ha vissuta e la vive ancora, davvero.

    Le mie domande sono generiche, ma perché vorrei che ci si fermasse un attimo a riflettere su questi termini, la loro grandezza, il loro significato.

    Per quanto riguarda la distinzione che lei ha fatto, ovvero che sarebbe stato giusto rendere obbligatorio il vaccino e non questo tracciamento, temo, ma mi dirà cosa ne pensa lei, che se questo fosse stato fatto, il grido alla dittatura sarebbe stato ancora più violento.

    Rispondi
  2. Anonimo dice:

    Non sono d’accordo con lei direttrice, mi trovo invece d’accordo con la lettrice. La dittatura non è solo quella Fascista o Comunista oppure quella che oggi si vive in alcuni Paesi Africani. Ci sono dei tratti discriminatori che trasformano una democrazia matura in non democrazia.

    Il green pass è uno strumento discriminatorio: permette allo Stato di controllare gli spostamenti, i consumi, e le abitudini dei propri cittadini. Determina la creazione di cittadini di serie A e serie B. Si potrebbe essere respinti all’ingresso essendo subito bollati come no vax (ma magari si è in attesa di vaccino, oppure si è soggetti fragili che giustamente evitano di sottoporsi a un vaccino che non immunizza e resta comunque sperimentale per quanto analizzato e studiato a fondo).
    si obbligano famiglie con minori a dover sborsare 22 euro a figlio per gustarsi una pizza al chiuso se si decide di non vaccinare dei ragazzi giovani che dal Covid non avrebbero alcuna conseguenza mentre dal vaccino potrebberlo averla. COnosco personalmente una ragazza di 22 anni, con una piccola anomalia sanguigna a cui è stato comunque inoculato il pfizer. Ha passato 72 ore in ospedale, tra svenimenti vari e rischio trombosi. Il covid l’avrebbe solo accarezzata

    Quindi si, il green pass è contraddittorio, sbagliato e soprattutto manifesta dei profili dittatoriali non controbilanciati dalla necessità di badare alla salute pubblica che non ne trarrà benefici. In effetti il green pass interno non è stato applicato da Inghilterra, Germania e tanti altri Stati che stanno comunque combattendo la pandemia.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.