I SOCIAL NON SONO COMUNICAZIONE

05 Giugno 2021 – Credo sia stato Mourinho a dire, qualche anno fa, che l’Italia è un paese di 60 milioni di allenatori. Ironizzava sul fatto che la domenica sera leggeva centinaia di messaggi di critiche: Dovevi schierare questo! No, dovevi schierare quell’altro! La tattica era sbagliata!

Io dico lo stesso, ma senza ironia. L’Italia è piena di persone curiose, intelligenti, ingeniose, e che hanno voglia di comunicare. Solo che oggi non c’è davvero modo di farlo.

I social network sono l’illusione della comunicazione. Articoli, post, e sotto decine e decine, a volte centinaia di commeti. E se uno li va a leggere, spesso trova anche messaggi molto interessanti. Ma finché tutte queste idee sono separate, rimangono sterili.

Le idee si devono incontrare, incrociare, per crescere. Ed è proprio quello che sto cercando di fare con Cosanepensate.it.

Questo è uno spazio aperto, informale. Io vi propongo dei temi di attuailtà, con degli spundi di riflessione sotto forma di tre domande. A queste tutti potete rispondere, anche in modo anonimo e senza registrazione, e pubbicare i vostri articoli.

La mai sepranza è che arrivando su queste pagine, vorrete trovare il tempo di leggere alcuni articoli degli altri utenti, per poi rispndere, anche in modo approfondito, voi stessi, con la certezza che qualcuno vi leggerà.

Una cosa è sicura, io lo farò sempre. Ma state tranquilli che non sarò l’unica.

COSA NE PENSO IO

IO PREFERISCO IL DIBATTITO

05 Giugno 2021 – Credo sia stato Mourinho a dire, qualche anno fa, che l’Italia è un paese di 60 milioni di allenatori. Ironizzava sul fatto che la domenica sera leggeva centinaia di messaggi di critiche: Dovevi schierare questo! No, dovevi schierare quell’altro! La tattica era sbagliata!

Io dico lo stesso, ma senza ironia. L’Italia è piena di persone curiose, intelligenti, ingeniose, e che hanno voglia di comunicare. Solo che oggi non c’è davvero modo di farlo.

I social network sono l’illusione della comunicazione. Articoli, post, e sotto decine e decine, a volte centinaia di commeti. E se uno li va a leggere, spesso trova anche messaggi molto interessanti. Ma finché tutte queste idee sono separate, rimangono sterili.

Le idee si devono incontrare, incrociare, per crescere. Ed è proprio quello che sto cercando di fare con Cosanepensate.it.

Questo è uno spazio aperto, informale. Io vi propongo dei temi di attuailtà, con degli spundi di riflessione sotto forma di tre domande. A queste tutti potete rispondere, anche in modo anonimo e senza registrazione, e pubbicare i vostri articoli.

La mai sepranza è che arrivando su queste pagine, vorrete trovare il tempo di leggere alcuni articoli degli altri utenti, per poi rispndere, anche in modo approfondito, voi stessi, con la certezza che qualcuno vi leggerà.

Una cosa è sicura, io lo farò sempre. Ma state tranquilli che non sarò l’unica.

LE DOMANDE

  • Qual’è il vostro modo preferito di comunicare?
  • Cosa pensate dei social networks?
  • Nella vita, vi sentite ascoltati?
  • Riflessioni libere

VOI COSA NE PENSATE?

VOI COSA NE PENSATE?

Come vi piace comunicare? –  Cosa pensate dei Social? – Nella vita, vi sentita ascoltati?