I Cazzari Del Virus – Andrea Scanzi

E il piacere di cambiare opinione

20 Giugno 2020 – Questo libro non avrei dovuto averlo. L’altro giorno sono andata in libreria, volevo comprare libri penavo di “dover” leggere per parlarne in questo sito. Poi mi sono detta che non mi interessava il dovere, ma il piacere, quind i ho rimesso tanti libri a posto e ho comprato quelli che davvero mi interessavano. Per sbaglio, questo è rimasto nel mucchio. 

Perché lo avrei voluto rimettere a posto? Perché di solito Andrea Scanzi non mi piace. L’ho sempre considerato uno che fa polemica giusto per far polemica, e butta lì due parolacce qua e là per darsi un tono. Ed è quello che ho continuato a pensare di lui, fino a pagina 64. Lì difende il governo Conte, e questo mi ha fatto piacere per due ragioni.

La prima è che concordo con lui: cosa avrebbero potuto fare di più nella situazione nella quale si sono trovati?

La seconda, mi sono stufata di sentire sempre, sempre criticare tutti i governi. E’ sempre tutta colpa del governo, tutti i nostri mali sono colpa del governo. Ma questo spessissimo in modo irrazionale perché gli si danno poteri e mezzi che spesso non hanno.

Apro la mia seconda parentesi: ci sarà una ragione se solo nel nostro paese e nella nostra lingua, esiste l’espressione “Piove, governo ladro!”?

Ora parliamo del libro. Non mi piace entrare nei dettagli, si rischia di rovinarli. Vorrei solo dire che si chiama “I cazzari del virus” e ha in compertina le caricature di Renzi e Salvini, per cui uno potrebbe pensare: eccolo, un altro libro di prese in giro dei politici. 

Lo è, sì, ed è molto divertente. Ma è molto, molto di più. E’ un libro molto umano, e mi ha sorpreso.

Vorrei dire a chi non comprerebbe un libro con questo titolo e questa copertina, che vale la pena leggerlo, potrebbe davvero sorprendervi, come lo ha fatto con me. 

Le domande di oggi:

  • Quali sono gli aspetti umani, positivi e negativi, che vi rimarranno impressi nella memoria, dopo questa esperienza surreale? 
  • Secondo voi, perché da noi esiste l’espressione “Piove, governo ladro?”, e si riuscirà mai a superare questa mentalità?
  • Quando ascoltate qualcuno parlare, siete aperti alla possibilità di cambiare idea, di avere torto? E se capita, come vi sentite?

LE VOSTRE OPINIONI
ALTRE STORIE
POLITICA
CRONACA
LETTURE