LA VOSTRA VOCE CONTA, FATELA SENTIRE

Chi sono

Mi chiamo Beatrice Negrotto Cambiaso. Mio padre era un ambasciatore, quindi ho passato gran parte della mia vita fuori dall’Italia. In qualche modo ho seguito le sue orme, lavorando spesso all’estero.

Il Progetto

Questo progetto nasce dal mio desiderio, o meglio, bisogno, di confrontarmi con gli altri: scambiare opinioni, dibattere, cercare di convincere o, ancora meglio, cambiare idea e imparare.

Parlo quattro lingue. Ho lavorato alle Nazioni Unite e per una ONG come  direttrice della comunicazione. Sono stata giornalista televisiva per un’agenzia internazionale i miei servizi sono andati in onda in quattro continenti.

Ho deciso, anni fa, di abbandonare la carriera per dedicarmi ai miei tre figli. Seguirli nella loro crescita è stata un’esperienza meravigliosa.

Il nostro paese, però, non aiuta il reinserimento professionale delle casalinghe quindi ho deciso di farlo da sola. Da qui nasce Cosanepensate.it. Torno a fare la giornalista, che non è solo la mia passione ma è parte della mia identità.

Ho cercato su internet uno spazio dove si possa fare, ma non ho trovato altro che liste di commenti che si susseguono senza veri scambi. “La società dei monologhi”, come l’ha definita Ezio Mauro.

Allora ho deciso di crearlo, come l’avrei voluto io.

Intanto, ci tengo a sottolineare che questo non è un sito di informazione – di quelli ce ne sono tantissimi, più o meno credibili – ma un salotto dove incontrarci e farci insieme una chiacchierata. Questo è Cosanepensate.it

Qui, i protagonisti siete voi. Io mi limiterò a proporvi vari temi con qualche spunto di riflessione. Ma sarà a partire dalle vostre opinioni che partiranno i dibattiti, ai quali parteciperò anche io, se mi permetterete.

Questo è uno spazio aperto. Si può partecipare in modo anonimo e senza iscrizione, perché ognuno deve sentirsi libero di dire quello che pensa (ovviamente se fatto con rispetto).

Spero che vorrete, poi, registrarvi, per permettere a noi di conoscervi meglio e di potervi seguire.

Mi auguro partecipiate in tanti e non vedo l’ora di sapere, per i vari temi,  COSA NE PENSATE. 

Mi chiamo Beatrice Negrotto Cambiaso. Mio padre era un ambasciatore, quindi ho passato gran parte della mia vita fuori dall’Italia. In qualche modo ho seguito le sue orme, lavorando spesso all’estero.

Parlo quattro lingue. Ho lavorato alle Nazioni Unite e per una ONG come  direttrice della comunicazione. Sono stata giornalista televisiva per un’agenzia internazionale i miei servizi sono andati in onda in quattro continenti.

Ho deciso, anni fa, di abbandonare la carriera per dedicarmi ai miei tre figli. Seguirli nella loro crescita è stata un’esperienza meravigliosa.

Il nostro paese, però, non aiuta il reinserimento professionale delle casalinghe quindi ho deciso di farlo da sola. Da qui nasce Cosanepensate.it. Torno a fare la giornalista, che non è solo la mia passione ma è parte della mia identità.

Questo progetto nasce dal mio desiderio, o meglio, bisogno, di confrontarmi con gli altri: scambiare opinioni, dibattere, cercare di convincere o, ancora meglio, cambiare idea e imparare.

Ho cercato su internet uno spazio dove si possa fare, ma non ho trovato altro che liste di commenti che si susseguono senza veri scambi. “La società dei monologhi”, come l’ha definita Ezio Mauro.

Allora ho deciso di crearlo, come l’avrei voluto io.

Intanto, ci tengo a sottolineare che questo non è un sito di informazione – di quelli ce ne sono tantissimi, più o meno credibili – ma un salotto dove incontrarci e farci insieme una chiacchierata. Questo è Cosanepensate.it

Qui, i protagonisti siete voi. Io mi limiterò a proporvi vari temi con qualche spunto di riflessione. Ma sarà a partire dalle vostre opinioni che partiranno i dibattiti, ai quali parteciperò anche io, se mi permetterete.

Questo è uno spazio aperto. Si può partecipare in modo anonimo e senza iscrizione, perché ognuno deve sentirsi libero di dire quello che pensa (ovviamente se fatto con rispetto).

Spero che vorrete, poi, registrarvi, per permettere a noi di conoscervi meglio e di potervi seguire.

Mi auguro partecipiate in tanti e non vedo l’ora di sapere, per i vari temi,  COSA NE PENSATE. 

DITE LA VOSTRA SU…